Capillari & varici: affrontali con un flash di luce

Varici e capillari non costituiscono solamente un problema estetico: sono la spia di un intoppo a livello circolatorio. Per eliminare questi inestetismi in maniera dolce ed indolore, c’è ora la sofisticata tecnologia di luce pulsata ad alta intensità.

I primi segni di una cattiva circolazione sanguigna nelle gambe si manifestano con evidenti dilatazioni del sistema venoso superficiale: teleangectasie (capillari ramificati) o, peggio ancora, varici (dilatazioni permanenti di una o più vene).

Sia le lesioni vascolari che le vene profonde possono essere trattate con successo con la combinazione di luce pulsata ad alta intensità (IPL) e laser pulsato: una tecnologia avanzata e versatile, che può essere impostata secondo le diverse caratteristiche cutanee del soggetto. L’apparecchiatura IPL, oltre ad essere efficace, è assolumente sicura: avvalendosi del principio di fototermolise selettiva è in grado infatti di colpire il “bersaglio” (innalzandone la temperatura sino a distruggerlo), senza danneggiare il tessuto circostante.

Un problema da non trascurare

Quando le prime venuzze superficiali iniziano a farsi notare significa che é in atto un problema di circolazione. Dal punto di vista salutistico è importante mettere subito in atto alcune misure preventive (niente saune o bagni di calore, indossare calze a compressione graduata e fare più movimento) per limitare al massimo il danno. Per una soluzione estetica invece (le teleangectasie sono brutte a vedersi e si notano anche sotto i collants) la cosa diventa più semplice: una o massimo tre sedute di luce pulsata sono sufficienti a fotocoaugulare i capillari superficiali in maniera assolutamente indolore.

Come avviene la  fotocoaugulazione

Prima del trattamento

L’ampio spettro della tecnologia IPL consente di scegliere la lunghezza d’onda appropriata allo specifico trattamento. La versatilità di tale apparecchiatura consente di trattare le lesioni vascolari, indipendentemente dal colore della pelle o dal background etnico del soggetto. Una selezione di misure spot consente inoltre di modificare la profondità di penetrazione in base alla lesione nonché al distretto corporeo.

Durante il trattamento

L’energia luminosa viene trasformata in calore. L’energia calorica così trasformata colpisce selettivamente il bersaglio-emoglobina, senza coinvolgere i tessuti circostanti. La luce penetra nella pelle e viene riassorbita dal sistema sanguigno. Gli intervalli tra un impulso luminoso e l’altro consentono un sufficiente raffreddamento dell’epidermide ed un rilassamento termico della vena.

Dopo il trattamento

La temperatura all’interno della lesione vascolare trattata è aumentata al punto tale da una frammentazione della stessa, che viene rimossa dai macrofagi tissutali senza danni al tessuto circostante. Nel caso di capillari superficiali, questi vengono riassorbiti immediatamente o nell’arco di due/tre sedute. In caso di varici, invece, la terapia richiede tempi più lunghi, con risultati ugualmente soddisfacenti.

 

Ideale sia per le vene superficiali che profonde

Attraverso una combinazione unica di tecnologie, la terapia IPL rappresenta la soluzione ideale per il trattamento di tutti i tipi di lesioni vascolari, incluse le vene varicose. “Quest’apparecchiatura innovativa, da poco disponibile anche in Italia – spiegano gli specialisti del Medical Laser di Padova – fornisce Luce Pulsata Intensa tra 515 e 1200 nm per raggiungere le vene più piccole e superficiali (capillari) e Luce Pulsata Intensa a 1064 nm per le vene profonde blu. Tale tecnologia si rivela così l’unico sistema attualmente esistente che può trattare – efficacemente ed in modo non invasivo – le vene profonde, le reticolari, i capillari e le teleangectasie superficiali, trattando l’intera tipologia di lesioni.

 

Niente piu’ dolore ne’ effetti collaterali!

La combinazione di energie luminose diverse (luce pulsata ad alta intensità e laser pulsato) risponde meglio degli altri trattamenti coaugulanti per i vantaggi sortiti sulla pressione idrostatica e sulla complessità della rete venosa. La serie di impulsi luminosi multipli e sincronizzati si rivela quindi più efficace, sicura e confortevole per il paziente rispetto ai laser convenzionali o alle iniezioni sclerosanti. La terapia IPL si svolge inoltre in assenza di dolore (si avverte un leggero pizzicore), senza determinare ematomi lunghi da riassorbire. L’unico effetto collaterale può essere determinato da un leggero arrossamento, che scomparirà nell’arco di poche ore o di un paio di giorni. In assenza di una reazione di sensibilità, nulla vieta ad esporsi al sole anche il giorno successivo alla terapia!