Laser: Strumento di bellezza

Come abbiamo già accennato, il laser in chirurgia estetica ha permesso di fare passi da gigante consentendo interventi in giornata, un post-operatorio minimo ed esiti cicatriziali poco visibili. Ma i vantaggi che offre il laser vanno ben oltre: incisioni precisissime (rese possibili dall’ottima focalizzazione del suo raggio), sterili (poiché non vi é contatto fisico con i tessuti) e senza rischio di emorragia (grazie alla sua azione fotocoaugulante). Naturalmente per garantire la massima efficacia chirurgica il laser dovrà essere impiegato solo da uno specialista dalla comprovata esperienza altrimenti il rischio di danni anche estetici può essere notevole. Il laser utilizzato in chirurgia estetica é quello ad anidride carbonica (CO2) pulsato, ad azione intermittente. Esiste inoltre un laser terapeutico utilizzato nel post-operatorio. Si tratta di un’apparecchiatura che, grazie al suo effetto di fotobiostimolazione, contribuisce ad accelerare il riassorbimento degli edemi e delle ecchimosi.

ALTRI STRUMENTI INNOVATIVI

Oltre al laser vi sono altri strumenti e procedure che hanno reso possibile interventi sempre più sofisticati. Ad esempio i dispositivi ottici come microscopi ed endoscopi, che permettono di operare dall’interno del corpo attraverso incisioni minime. O le nuove tecnologie di sutura come le skin stapplers, in sostituzione del classico filo chirurgico, per realizzare suture senza trazioni irregolari della cute. O anche il trilix, un drill microchirurgico utilizzato per un lifting privo di cicatrici visibili o per l’asportazione delle smagliature o delle cicatrici post-chirurgia.